Operatori idraulici, quando usarli?
dic 2013 16

Per l’automazione di una porta o di un cancello battente vi sono diverse valutazioni che è necessario fare prima di scegliere il modello più adatto.

Una di queste riguarda sicuramente l’utilizzo e il numero di manovre richieste al giorno.

Sul mercato a tale proposito vi sono due diverse tecnologie che possono venirci in aiuto attraverso modelli dedicati ad ogni esigenza specifica: i motoriduttori elettromeccanici e gli attuatori idraulici.

Per utilizzi intensivi per esempio, o dove sia richiesta una elevata durata del  motore, i modelli oleodinamici ci vengono in aiuto permettendoci di ridurre l’usura meccanica delle componenti meccaniche e garantendo la massima durata del motore. Essi infatti al loro interno non contengono i tradizionali ingranaggi che possono essere soggetti ad usure ma apposite guarnizioni frutto delle più recenti tecnologie nel campo oleodinamico che vengono utilizzate per gli steli cromati e per cilindri in alluminio ad alta resistenza.

Perchè un attuatore oleodinamico ha un utilizzo più intensivo di un tradizionale motore a 230V?

Perchè ha il motore in bagno d’olio che consente lo smaltimento del calore.

I motori idraulici inoltre consentono di effettuare un numero elevato di manovre prima di entrare in protezione termica garantendo quell’uso intensivo richiesto in contesti condominiali. Tali motorizzazioni infatti lavorano con il motore immerso in un serbatoio di olio che consente il rapido smaltimento del calore a differenza dei tradizionali motori che lavorano in aria.

Anche nei motori elettromeccanici troviamo dei modelli garantiti per un uso intensivo : la gamma dei modelli 24 Vdc che rispetto ai tradizionali motori a 230V consentono un utilizzo intensivo.

Perchè non scegliere una motorizzazione a 24V che garantisce comunque un utilizzo intensivo?

Perchè le motorizzazioni 24V a differenza di quelle oleodinamiche hanno il motore a “spazzole”, più rumoroso e soggetto a maggior usura.

I motori a 24V infatti non raggiungono il numero di manovre che può raggiungere un oleodinamico in quanto hanno dei componenti interni soggetti ad usura.

E’ chiaro dunque che l’utilizzo intensivo , garantito da entrambi i modelli , deve essere posto a confronto con l’esigenza di una maggior durata meccanica del motore e quindi minor usura.

Perchè è preferibile un attuatore oleodinamico rispetto il tradizionale riduttore ad ingranaggi?

Perchè l’attuatore oleodinamico è più silenzioso, si usura meno e permette manovre più fluide e costanti dell’anta.

Un’ altra importante caratteristica che distingue gli attuatori oleodinamici da altre tipologie è il funzionamento silenzioso e costante durante tutta la manovra, anche nella fase di rallentamento.

Questa caratteristica è garantita appunto dall’assenza dei tradizionali ingranaggi ma soprattutto dal cuore dell’intero sistema che è la pompa idraulica. Le pompe utilizzate nei nostri modelli sono di tipo a “lobi” che è riconosciuto come il sistema più silenzioso attualmente sul mercato.

CAB è l’azienda del gruppo Benincà Holding, che in questi anni si è specializzata nella produzione di una vasta gamma di modelli oleodinamici (HYDRO), disponibili per l’automazione di cancelli fino a 5 m di lunghezza. I materiali utilizzati garantiscono le più elevate prestazioni sia in termini di resistenza meccanica che di resistenza agli agenti atmosferici. Per quanto riguarda la sicurezza, in particolare,  le valvole by-pass in metallo consentono regolazioni millimetriche della forza garantendo la massima sicurezza antischiacciamento.

HYDRO inoltre è dotato di un particolare olio biodegradabile che garantisce le massime prestazioni anche alla più basse temperature ed è rispettoso dell’ambiente.

Perchè Cab non utilizza un normale olio idraulico

Perchè il BIO -OIL è un olio sintetico che permette prestazioni anche a bassissime temperature ed è rispettoso dell’ambiente essendo biodegradabile.

I modelli della gamma HYDRO sono facili e veloci da installare  grazie anche alla presenza degli snodi sia anteriore che posteriore, alle staffe che possono essere saldate o fissate a scelta, alla morsettiera integrata nel tappo olio che permette una rapida connessione o sostituzione del cavo alimentazione o verifica livello olio.

Da oggi inoltre i modelli della gamma HYDRO sono disponibili, oltre ai tradizionali modelli con blocco e senza blocco reversibili, anche con sblocco automatico che consente di movimentare l’anta durante la manovra di emergenza esercitando una leggera pressione sulla stessa come non vi fosse l’attuatore.

Scopri di più su : http://www.automatismicabsrl.com/site/index.php

Lascia un commento