Il sole può agevolarci la vita?
ott 2012 16

Il mercato fotovoltaico italiano, si presenta come promettente e strategico per investitori e produttori direttamente coinvolti nel settore e ormai rivaleggia con quello degli altri Paesi di punta (come Germania, Giappone, Stati Uniti e Spagna).

Il FV in Italia sta registrando una diffusione vertiginosa. Al 19 gennaio 2012 è stata superata la soglia dei 12.000 MWp istallati: per l’esattezza 12.700 MWp sviluppati da 326.255 impianti.

Una tendenza assolutamente positiva che infonde ottimismo agli operatori del settore. Come già accaduto in Germania, presto in Italia l’immissione di energia elettrica prodotta da pannelli solari nella rete di distribuzione nazionale, anche nelle ore di punta dei consumi, favorirà gli utenti e l’economia con diminuzioni del prezzo dell’elettricità.

In quest’ottica anche le abitazioni e i luoghi in cui viviamo tutti i giorni sono progettati con tecnologie che attraverso la scelta dei materiali consentono di rispondere a tematiche legate all’eco compatibilità e al risparmio.

La sensibilizzazione verso l’ambiente coinvolge tutti i settori ed è destinata a modificare il nostro stile di vita e le nostre abitudini .

Lo sviluppo del settore fotovoltaico e dell’impiego dei pannelli solari ne sono una testimonianza.

L’energia pulita , ottenuta attraverso l’installazione di impianti fotovoltaici , ha modificato il nostro modo di vivere la casa e gli ambienti in generale , consentendo di illuminare , riscaldare e alimentare i nostri elettrodomestici.

Oggi anche il settore dell’automazione per la casa ha applicato questa tecnologia per alimentare i sistemi di apertura e chiusura della casa .

Soluzioni  ideali per permettere l’installazione di automazioni per cancelli anche in luoghi difficili da collegare alla rete elettrica e che in più grazie a tecnologie brevettate come ESA SYSTEM, grazie al consumo in stand by permettono un elevato numero di manovre anche in periodi o fasce orarie caratterizzate da un irraggiamento solare non ottimale. (SUN SYSTEM).

Lascia un commento