Automazione per cancelli : affidarsi a professionisti
ott 2012 16

Il rapporto tra consumatori e azienda sta cambiando. E’ finito il tempo in cui la comunicazione tra queste due facce del sistema economico era basata su circuiti monodirezionali. I consumatori non sono più un soggetto da ‘conquistare’ o, peggio, da istruire. Adesso bisogna ascoltarli e accogliere le loro istanze. Perché? E’ merito dei nuovi media e del web 2.0. La circolazione massiccia di notizie su internet, l’interazione sempre più fitta tra gli utenti, ha reso i consumatori sempre più consapevoli.
La fruizione del prodotto non è più semplice ‘assorbimento’ ma coinvolge altri aspetti. Sono ora importanti la composizione degli ingredienti, l’origine e, di riflesso, le caratteristiche del produttore.
Ecco cosa ha dichiarato a Repubblica Maurizio Pallante, autorità nel campo della Green Economy e fondatore del Movimento Descrescita Felice: “I consumatori oggi sono molto più consapevoli del passato: si informano sui prodotti che acquistano, sui produttori e le tecniche utilizzate”.

Alcune settori però più di altri , appaiono ancora un po’ oscuri , magari per il linguaggio molto tecnico o la scarsa conoscenza di alcune materie, ecco che in questi casi la nostra scelta è influenzata da esperti del settore che molte volte scelgono per noi il prodotto o il servizio più adatto alle nostre esigenze.

In questi casi è importante saper riconoscere se la figura alla quale ci appoggiamo è in grado di scegliere o consigliarci correttamente e se , soprattutto , ci troviamo di fronte ad un professionista.

Il settore della tecnologia applicata alla casa e l’automazione di chiusure è uno dei settori maggiormente in evoluzione , in particolare per le innovazioni e lo sviluppo di nuove tecnologie. Questo rende difficile una conoscenza approfondita.

Come riconoscere dunque un installatore professionista?

Un installatore professionista è una persona esperta in grado di fare un’attenta valutazione dei rischi e che seguendo un percorso di formazione sulla tematica delle normative di settore è in grado di compilare e redigere a fine installazione il relativo manuale tecnico.

Un’installazione corretta dunque prevede una serie di prove per misurare l’energia cinetica sviluppata dall’anta in caso di urto. La commissione europea ha stabilito che le chiusure automatizzate rientrano nel campo di applicazione della direttiva macchine . L’installatore dunque che automatizza la porta o il cancello è responsabile di dichiarare la conformità della porta alle Direttive Europee.

E’ suo dovere quindi

• Progettare correttamente la macchina (attraverso l’analisi dei rischi)
• Realizzare l’impianto a regola d’arte (eseguire il lavoro secondo il progetto e rispettando le
• indicazioni dei produttori del sistema di automazione)
• Collaudare il sistema
• Realizzare il fascicolo tecnico
• Redigere la dichiarazione CE di conformità e consegnare una copia al proprietario
• Apporre sulla porta o cancello automatizzato la targhetta con i dati identificativi e la marcatura CE

Le aziende del settore automazione più sensibili al tema della sicurezza svolgono periodicamente corsi di formazione ai propri installatori professionisti , questo allo scopo di garantire all’utente finale la massima sicurezza e professionalità agevolando il lavoro degli installatori anche attraverso CD guida per le fasi di installazione e collaudo del cancello.

 

Lascia un commento